Reperibilità 24H? Migliora il segnale cellulare in casa

Categories:

Molte figure professionali hanno necessità di essere operativi 24 ore al giorno e rintracciabili qualsiasi ora del giorno. Proprio per questo, avere uno scarso segnale in casa o ufficio è un problema da non sottovalutare. Come possiamo risolvere questo problema?

L’installazione di un kit amplificatore cellulare è una cosa veloce, facile ed alla portata di tutti. Con un spesa minima è possibile ottenere il massimo risultato, non sottovalutando la sicurezza in termini di salute. L’amplificatore, infatti, non fa altro che portare il segnale da sopra il tetto di casa vostra, fino a dentro la stanza che c’è da coprire. In meno di 30 minuti di installazione, riuscirete ad avere una copertura cellulare al 100%.

In questa pagina trovate tutte le informazioni su come installare uno dei nostri amplificatori. Qui, invece, trovate tutti i nostri prodotti 3G, utili per poter comunicare e scaricare la posta con i principali operatori di rete attualmente disponibili.

E’ possibile, studiare, per grandi edifici dei progetti personalizzati, ognuno con le caratteristiche giuste per il cliente finale. Compilate il modulo presente qui.

2G, 3G e 4G, di cosa stiamo parlando?

Categories: Tags:

Quando si parla di connessioni cellulari, ci sono tre standard conosciuti in tutto il mondo: 2G, 3G e 4G, ma cosa si intende quando si utilizzano questi acronomi?

Nel 1981 il primo telefono cellulare effettuava solamente una connessione vocale, utilizzando la prima tecnologia nominata 1G.

10 anni dopo le esigenze degli operatori sono aumentati, come anche quelle degli utenti stessi. I telefoni permettevano non solo di chiamare ma anche di inviare dati ed è che arriva la linea 2G GSM, completamente digitale ed attualmente alla base di tutti gli operatori. Offrendo un collegamento alla velocità massima di 250Kbps, permette e permetteva, la ricezione di SMS ed email in piena mobilità senza problemi. La connessione 2G è trasmessa sui 900Mhz e sui 1800Mhz. Nelle aree cittadine gli operatori utilizzano principalmente la banda 1800 che può registrare una maggiore larghezza di banda e più chiamate, mentre nelle aeree rurali, la 900Mhz è quella più usata.

Nel 2000 la connessione 3G inizia a prendere piede. Aumentano le connessioni dati e l’avvento degli smartphone ne favorisce la propagazione. Grazie ad una velocità compresa fra i 500 Kbps e i 2 Mbps agli inizia permetteva di guardare video e scaricare contenuti ad ottime velocità, con il corso del tempo e l’avvento dell’HSPA, ora il 3G è in grado di raggiungere anche i 20Mbps. Il 3G è attualmente trasmesso sulla banda 2100Mhz, in aeree rurali questa frequenza non offre ottimi risultati, proprio per questo molti operatori hanno iniziato ad utilizzare la 900Mhz.

Il 4G – LTE è la connessione che sta prendendo piede in questi ultimi anni. L’Europa sta portando avanti importanti investimenti per favorire il propagarsi di questa nuova connessione, la quale offre attualmente una velocità di trasmissione pari a 10-15 Mbps. Nei prossimi anni è previsto il raggiungimento di una velocità pari a 50Mbps, vi lasciamo immaginare gli utilizzi che si potranno fare con questa velocità di trasferimento in ambiente mobile.

Italia: terzultima nei WiFi per Hotel

Categories: Tags:

L’Italia si trova al terzultimo posto fra i paesi europei per il WiFi gratis in Hotel, peggio di noi hanno fatto solamente la Grecia e la Spagna. In Italia, secondo l’analisi condotta dall’osservatorio sul business travel e il turismo di HRS, sono molte le lamentele dei turisti per le infrastrutture e per la qualità del segnale.

Prima classificata in Europa per il WiFi gratuito in Hotel è la Svezia. Paesi dell’est come Polonia e Repubblica Ceca sono nelle prime dieci posizioni. Secondo l’analisi, il nostro Paese è indietro nella classifica, ma con i recenti interventi del Governo, con la liberalizzazione dell’accesso alla rete internet tramite WiFi, è possibile compiere un salto di qualità. Secondo le analisi dell’HRS sulle recensioni dei clienti degli hotel, le connessioni gratuite sono fondamentali per i viaggiatori, anche per i viaggiatori business. Sempre secondo l’analisi, ci sono lamentele riguardanti la velocità di connessione e la scarsa qualità delle infrastrutture.Unica nota positiva rispetto agli altri paesi è che l’Italia risulta però più economica, infatti un’ora di navigazione costa in media 3,10 euro. Il paese più caro rimane la Repubblica Ceca con 4,90 euro l’ora per navigare in internet. Sul podio anche la Spagna con 4,25 euro l’ora e la Russia con 4,20 euro. Ovviamente è da notare che più sale la categoria dell’albergo più aumenta il prezzo della connessione internet.

Per risolvere i vostri problemi di WiFi in Hotel, Casa o Ufficio, c’è AmpliGSM il nuovo e-Commerce che vende ripetitori e amplificatori GSM/UMTS/LTE di classe consumer e professionale. Ampligsm.it aiuta il cliente nella scelta del dispositivo più adatto alle sue esigenze, dal kit alla soluzione personalizzata. I prodotti distribuiti sono stati scelti e selezionati nel mercato mondiale con particolare attenzione ai requisiti di conformità tecnica e rispetto delle normative di riferimento. L’amplificatore di segnale 3G, progettato per amplificare i segnali 3G nella vostra casa, ufficio o Hotel con una copertura di 1000m², è la soluzione più adatta per risolvere il problema del segnale del vostro iPhone. Grazie all’acquisto di questo amplificatore, il segnale del vostro telefono cellulare non darà più problemi, e sarete liberi di parlare e navigare liberamente senza interferenze e/o problemi di rete.

Come potenziare il segnale del cellulare

Categories: Tags:

Oramai lo abbiamo capito, il problema principale nell’utilizzo di un telefono cellulare è la copertura del segnale. Molto spesso capita che la copertura che offrono gli operatori italiani non è sufficiente  a garantire una buona qualità delle chiamate voce o comunque non darà la possibilità di connettersi ad internet ad alta velocità. Tale problema, con il sempre maggior utilizzo degli smartphone, è aumentato. Questi ultimi ovviamente necessitano di una copertura di segnale maggiore per fornire tutti i servizi possibili. Per potenziare la ricezione del cellulare, la soluzione più semplice è l’utilizzo di un amplificatore di segnale cellulare ed AmpliGSM ne ha di tantissimi modelli, sia per la casa, sia per l’ufficio. Per esempio l’amplificatore di segnale 3G è ottimo per quelle situazioni in cui in casa o in ufficio il vostro telefono non vi permette di chiamare e connettere a internet.

La prima cosa da fare, prima di procedere all’acquisto di un amplificatore, è controllare se nel posto che vi interessa c’è segnale cellulare e per farlo basta camminare intorno all’edificio e controllare le tacche del segnale sul telefono cellulare. Se il telefono segnala almeno una tacca significa probabilmente che sul tetto il telefono prende due tacche ed è tutto quello di cui il telefono ha bisogno per potenziare la propria ricezione.

Va tenuto presente ovviamente che il segnale degli operatori di rete varia in qualsiasi area. Alcuni saranno più potenti e altri più deboli. Altri invece potrebbero non essere presenti. Naturalmente controllare la copertura prima di scegliere con quale operatore abbonarsi è più che un consiglio.

Perché scegliere un ripetitore di segnale cellulare?

  • Aumenta il segnale cellulare in case e in piccoli uffici
  • Frequenze: sono disponibili tutte le frequenze a seconda del tipo di amplificatore
  • Adatto per voce e dati (telefono e internet)
  • Numero illimitato di utenti
  • Facile installazione: 6 LED indicano la potenza del segnale e si accendono quando il segnale diventa più forte.
  • Sistema feedback detection. Regolazione AGC.
  • Riduce il consumo della batteria dei telefoni cellulari
  • Una volta installato non richiede ulteriore gestione

4G LTE con iOS 8 e Wind

Categories: Tags:

Con iOS 8 tutti i clienti Wind potranno attivare il supporto all’LTE. Precedentemente, con iOS 7 tale facoltà era data solo ai partner ufficiali Apple, TIM, Vodafone e 3 Italia.  Con l’arrivo di iOS 8 finalmente i clienti Wind potranno abilitare il 4G LTE direttamente dalle impostazioni del loro smartphone, attivando l’uso della rete mobile di quarta generazione, acquisendo maggiore velocità in download e in upload. Ciò significa che anche con i nuovi Iphone 6 o Iphone 6 Plus si potrà godere di questo vantaggio sfruttando le reti LTE di Wind. Ovviamente, ricordiamo agli utenti interessati all’offerta LTE dell’operatore arancione che per utilizzare il 4G LTE è necessario cambiare la propria SIM con una dedicata a tale scopo.

Da notare però che Wind non offre dei piani dedicati al 4G, quindi, i clienti in possesso di un piano dati qualsiasi potranno usufruire dei vantaggi della rete veloce. La rete LTE di Wind però non è particolarmente estesa e copra soprattutto le principali città italiane. L’operatore comunque ha cominciato ad investire per ampliare la rete 4G.

Perché il mio cellulare non prende?

Categories: Tags:

Vi  è mai capitato di non avere campo proprio nel momento in cui dovevate effettuare una chiamata importante? Scommetto di si. Capita spesso di entrare in uffici e veder ridurre la ricezione del nostro cellulare, a volte drasticamente. Ad aumentare il tutto ci sono inoltre quelle aree in cui non arriva proprio il segnale o addirittura che non sono coperte dagli operatori; parliamo delle zone rurali. Altre volte invece le cause sono dovuto alla scarsa copertura nella zona della vostra abitazione e di conseguenza nel vostro palazzo il vostro operatore non prende il segnale.

Vediamo come funziona il telefono cellulare

I telefoni cellulari funzionano ricevendo e trasmettendo onde radio con frequenza tra 800Mhz e 2600Mhz. Tali onde radio vengono inviate ad una stazione radio che trasmette le info ricevute alla rete telefonica via cavo o via ponte radio. Il telefono cellulare cerca di continuo la stazione radio mobile più vicina e quella che gli permette di ricevere il segnale più forte e che gli garantisce di utilizzare tutti i servizi offerti dagli operatori. Ciascun operatore utilizza una gamma di frequenze, previa assegnazione ministeriale. Tale principio funziona, ma ha dei limiti nei problemi di ricezione di rete.

Non ricevo nessun segnale cellulare in Ufficio

Come detto precedentemente, il telefono cellulare usa una frequenza tra gli 800 Mhz e i 2600 Mhz. Le frequenza alte hanno una difficoltà maggiore ad espendersi e una difficoltà maggiore a penetrare i muri degli uffici. Ciò causa molti problemi di ricezione, soprattutto per le frequenza Umts a 2100 Mhz ed LTE a 2600 Mhz. Ovviamente la conseguenza di tutto ciò è un segnale scadente in tutto l’ufficio o lo stabile. Per risolvere la questione ed avere finalmente un ottimo segnale potete installare un Amplificatore di segnale per Uffici.

Telefonia Mobile: l’Ultra Larga

Categories: Tags:

Dalle campagne pubblicitarie di questa estate appare evidente che la comunicazione di alcuni dei protagonisti delle Telecomunicazioni in Italia si sia incentrata sulla nuova generazione di servizi a banda larga, sia fissa che mobile.  Fin dall’inizio il confronto si è spostato sull’estensione e la qualità delle nuove reti. Rispetto all’anno precedente, i comuni coperti dalla banda ultra larga fissa sono raddoppiati. L’accelerazione della copertura del mobile 4G LTE è stata ancora più evidente e le città coperta sono oltre 140, anche se bisogna dirlo, permangono delle zone ancora non coperte. Tutta via la copertura della popolazione per quanto riguarda il 4G LTE supera ormai il 50%.

La velocità di crescita del mobile ha portato ad una situazione eterogenea, con delle differenze molto significative tra gli operatori di telefonia mobile italiani, come reso evidente anche da una campagna pubblicitaria molto comparativa.  Siamo quindi entrati ufficialmente e definitivamente nell’era della banda ultra larga, un’opportunità da cogliere al volo per poter essere in grado di rilanciare la crescita.

Con il Roaming dimezzato, l’Europa è più unita

Categories: Tags:

Oggigiorno seguire le tantissime offerte e promozioni che gli operatori di telefonia mobile offrono risulta molto complicato. Per capire soprattutto quale sia l’offerta più adatta alle nostre esigenze è ovvio quindi che si fa molta fatica.

A complicare il tutto ci pensa il Roaming. Infatti, capire quale sarà l’offerta che sarà applicata al piano tariffario scelto non è semplice, soprattutto per quando ci troveremo all’estero e dovremo chiamare, mandare un sms o connetterci ad internet. Ogni qual volta ci si reca all’estero, vuoi per motivi lavorativi, o per lavoro, c’è sempre timore nell’utilizzare il cellulare, ovviamente per non avere brutte soprese in bolletta a fine mese.

Per agevolare quindi i consumatori su tutto il territorio europeo, la UE ha stabilito che dal 1 Luglio 2014 ci sarà un dimezzamento dei prezzi per la navigazione in internet in tutta Europa, portando i 45 centesimi per megabyte che si pagavano prima, a 20 centesimi  per megabyte. Ovviamente questa riduzione ha portato al ribasso anche le tariffe voce ed sms generando una corsa al ribasso dei prezzi.

Scopriamo nel dettaglio le offerte roaming proposte dagli operatori di telefonia mobile in Italia:

Tim: Tim Viaggio Pass prevede un costo di 10 euro settimanali per 250 minuti di chiamate, 250 sms e 500 MB settimanali; la tariffa è valida in tutta Europa e negli Stati Uniti. Tim Viaggio Full non ha costi fissi invece, ma prevede 16 centesimi al minuti per le chiamate e 16 centesimi per gli sms. Per internet invece, pagando 3 euro ogni volta che ci si connette, si  avranno 25 MB a disposizione.

Vodafone: Con Vodafone Smart Passport si hanno 50 minuti di chiamate, 50 sms e 500 MB di internet al giorno per un costo di 3 euro giornalieri. Inoltre, chi in Italia è abbonato a Vodafone Relax non pagherà sovrapprezzo. Altro vantaggio è per gli abbonati ai piani tariffari che prevedono in Italia l’accesso alla rete 4G, in quanto possono accedere in tutti i paesi dov’è presente Vodafone alla rete LTE.

Wind: All Inclusive Travel prevede per ogni giorno 30 minuti di chiamate, 30 sms e 50 MB di Internet al costo di 2,50 euro al giorno.

Tre: Top Unlimited Plus che con 25 euro al mese garantisce minuti ed sms illimitati e 7 GB per internet.

Gli utenti LTE guardano più video online

Categories: Tags:

Gli utenti mobile con connessione LTE guardano più video degli altri utenti mobile. E’ quanto emerge dall’ultima ricerca condotta da Citrix, il quale ha analizzato il consumo mondiale di dati in mobilità. Il 50% degli utenti con connessione LTE è più propensa a guardare video online rispetto a chi ha una connessione 3G. Non solo, i clienti con una connessione veloce, restano connessi più a lungo.

La sempre maggiore richiesta di video in mobilità e la maggiore velocità di banda disponibile, sta spingendo i produttori a fornire contenuti sempre più di qualità, provando nuovi formati come l’HLS che sta abbattendo l’uso del formato MP4. Gli utenti con sistema operativo iOS generano un traffico video pari al 38%, mentre gli utilizzatori di smartphone Android, sono al 27.5%.

Una connessione LTE è sempre più utile in ambito lavorativo e non solo. Fornire ai propri clienti negli uffici una connessione mobile di qualità e con un buon segnale può essere solo che un punto a favore per l’azienda. L’installazione rapida e veloce di un ripetitore di segnale 4G LTE in ufficio, vi porterà via poco tempo a fronte di un guadagno d’immagine veramente elevato.

L’elenco completo dei nostri ripetitori 4G è disponibile cliccando qui.

Wind: torri di trasmissione in vendita

Categories: Tags:

La compagnia telefonica Wind ha deciso di mettere in vendita circa il 40%/50% delle sue 13 mila torri di trasmissione. Gli advisor Hsbc e Imi hanno già individuato un gruppo di potenziali investitori e sembrano essere pronti entro la fine di settembre a raccogliere le manifestazioni d’interesse. Molte sono le aziende che potrebbero interessarsi all’affare come per esempio l’azienda spagnola Abertis e EiTowers controllata direttamente da Mediaset.

Ma altre aziende sarebbero pronte ad entrare nella partita per l’acquisizione delle torri Wind come Dmt ora divenuta Eitowers insieme al fondo F2i e i francesi di Tdf. Secondo fonti interne a Wind la fase più calda dovrebbe essere per il mese di ottobre quando i diretti interessati avranno preso possesso di tutti gli approfondimenti per ragionare e formulare un’offerta.

La vendita delle torri di trasmissione Wind non è comunque una notizia “nuova”. Già da tempo se ne parlava in virtù del forte debito che l’azienda possiede, anche in ottica della più volte chiacchierata fusione con 3 Italia. Si fece anche il nome di Telecom Italia tra gli interessati all’acquisizione delle torri, ma al momento è un opzione difficile vista la situazione in cui si trova l’operatore italiano.