Università Notre Dame

Impianto amplificazione GSM/DCS
PREMESSE:

Durante il sopralluogo abbiamo provveduto a censire i livelli di segnale ricevuto attraverso un Analizzatore-Network detect. Tale censimento, effettuato sia all’aperto sul tetto, sia a tutti i livelli dello stabile ha evidenziato:

  1. Il livello di segnale ricevuto sul tetto è, nel complesso, di buona qualità ed adeguato per realizzare un impianto di diffusione complesso. I carrier Vodafone e Tim operano nella banda GSM a 900 MHz , mentre Wind opera esclusivamente nella banda DCS (1800 MHz);
  2. I Segnali dei carrier, pur provenendo da direzioni e distanze differenti, arrivano con intensità uniforme (< di 5 dbm di differenza tra i vari carrier).
  3. Il segnale ricevuto ai livelli 5, 4 e 3 non rende “necessaria” l’istallazione di un impianto di amplificazione.
  4. Il segnale ricevuto ai livelli 2 ed 1 non è sempre adeguato e sufficiente per effettuare/ricevere correttamente chiamate chiare ed intellegibili in particolare per gli operatori Tim e Wind.

SOLUZIONE TECNICA PROPOSTA:

A seguito delle valutazioni effettuate sui dati di segnale censiti, abbiamo proposto di realizzare un impianto strutturato con un preamplificatore installato a breve distanza dalle antenne esterne, due calate indipendenti (una per ognuno dei due livelli interessati) al cui termine viene installato un amplificatore di linea a 4 uscite ed a cui verranno collegate 4 antenne (a cono da soffitto o a pannello da parete a seconda dei casi).

Descrizione per settori

  • GRUPPO ANTENNE ESTERNE, PREAMPLIFICATORE E CALATE:
    Provvediamo ad installare, in prossimità del cavedio all’esterno del quale abbiamo effettuato le rilevazioni sul piano terrazza, una palina di supporto antenne (1 palo da 48 mm Ø per 2 mt alt. 1 mm spessore) in ferro zincato sostenuta da 2 zanche mod. Emilia da 20 cm. Gli ancoraggi sono realizzati con barra filettata da 12 mm affogati in resina chimica bicomponente.
    Sulla palina viene installato:
    – 1 antenna omnidirezionale operante esclusivamente sulla banda 900 MHz per gli operatori Tim e Vodafone i cui segnali possono provenire da direzioni differenti;
    – 1 preamplificatore di segnale GSM 900 MHz/ DCS 1800 MHz (Mod. SD-RP1000-GD) con codino di raccordo all’antenna in LMR400 da 70 cm;
  • 1 cavo di calata (18 mt)  in cavo a lowloss da 12 mm (Perdita > di 22 dbi x 100 mt di cavo- LMR400) per il collegamento del gruppo antenne/preamplificatore sino al locale tecnico/cavedio del 4° piano.
  • LOCALE TECNICO/CAVEDIO 4° PIANO:
    in questo ambiente viene istallato l’injector di alimentazione per il Preamplificatore sul tetto ed uno splitter divisore a 2 vie a cui vengono collegati, in ingresso il preamplificatore, ed in uscita le due calate in cavo LMR400 ai livelli 1 e 2.
  • LIVELLO 2
    Nel locale tecnico/cavedio ed al termine della calata del cavo lowloss da 12 mm viene installato un repeater Mod. SD-RP1000-GD4 dual-band operante nelle bande GSM 900 MHz e DCS 1800 MHz dotato di 4 uscite amplificate indipendenti. Da qui diramano 4 cavi low-loss da 7 mm (Perdita > di 26 dbi x 100 mt di cavo- CO150 o analogo) per la connessione di 4 antenne (a cono da soffitto o a pannello da parete).
  • LIVELLO 1
    Nel locale tecnico/cavedio ed al termine della calata del cavo lowloss da 12 mm viene installato un repeater Mod. SD-RP1000-GD4 dual-band operante nelle bande GSM 900 MHz e DCS 1800 MHz dotato di 4 uscite amplificate indipendenti. Da qui diramano 4 cavi low-loss da 7 mm (Perdita > di 26 dbi x 100 mt di cavo- CO150 o analogo) per la connessione di 4 antenne (a cono da soffitto o a pannello da parete).

 

Abbiamo realizzato questo impianto per conto della ARD Impianti SRL, capofila della commessa, che ha provveduto alla posa in opera di tutti i cavi effettuando un lavoro estremamente professionale e puntuale.

Al cliente finale è stata rilasciata certificazione della verifica di impatto ambientale (obbligatoria ai sensi della direttiva 2013/35/Ue del Parlamento Europeo del 26/6/2013).